Sport

Premessa

Sport come un grande valore. Nel nostro Paese la macchina industriale dello sport professionistico ha permesso che l’evento sportivo si sia definitivamente intrecciato con l’affare economico. Le pressioni degli interessi di sponsor, partner e finanziatori, hanno svuotato il significato nobile della competizione sportiva. Nata come un’attività leale, agonistica ma non violenta che fa del rispetto del prossimo la propria bandiera. Che insegna che l’avversario non è un nemico, ma solo il simbolo della sfida. Che concorre alla formazione di una personalità armonica ed equilibrata, che pone le basi per un’apertura a valori più alti quali la cultura, la partecipazione sociale e la ricerca di significati che vanno oltre gli aspetti materiali e quotidiani della vita. Tutto questo sta subendo una degenerazione inarrestabile. Ma a questo noi vogliamo tornare, anche nella nostra Faenza. Uno sport pulito, fatto anche di amore e passione sviscerata. Un’amministrazione comunale deve promuovere lo sport praticato sia senza fini competitivi che a livello agonistico, riconoscere l’importanza della sua funzione ludica, considerandolo un valido mezzo di trasmissione di valori universali (come per esempio l’integrazione razziale), nonché scuola di vita, soprattutto per i ragazzi; e mantenere sempre viva la collaborazione con le associazioni e società sportive locali. Lo sport rappresenta un’impostazione sana, corretta e positiva dello stile di vita di ogni persona e, oltre ad essere sinonimo di salute e socialità, è anche occasione di sviluppo economico, turistico e lavorativo. Vogliamo incentivare la partecipazione a tutti i livelli con la collaborazione delle associazioni e società sportive locali.

Azioni

Riqualificare gli ambienti sportivi della città utilizzando finanziamenti europei e di enti per la promozione dell’attività sportiva, dando priorità al recupero della struttura del Palabubani; ottimizzare risorse e strumenti per la manutenzione in dotazione ai consorzi e alle associazioni.

Incentivare gli sport minori con la collaborazione di società sportive non solo con aiuti economici agli operanti nel settore, ma anche attraverso incontri informativi ed altre attività rivolte alla cittadinanza ed in primo luogo ai giovani.

Promuovere punti aggregativi di carattere sportivo non agonistico per adolescenti non frequentanti società sportive.

Valorizzare le scuderie rionali per promuovere fra i giovani l’equitazione, organizzando corsi e attività inerenti.

Promuovere le collaborazioni tra scuole e società sportive.

Promuovere l’attività sportiva per il mantenimento delle autonomie e delle capacità funzionali e aerobiche per anziani e disabili.

Prevedere un’ attività di monitoraggio delle attività sportive, del gradimento da parte dei praticanti, delle richieste emergenti.

Valorizzare anche a fini turistici eventi sportivi di punta come la Cento KM del Passatore o competizioni ciclistiche professionistiche, amatoriali e cicloturistiche.

Nelle attività sportive promosse e sostenute dall’amministrazione comunale porre particolare attenzione al rispetto delle diversità, disabilità e dal valore dello sport come strumento di superamento delle barriere razziali. Verranno proposte, sulla base di esperienze positive delle associazioni di volontariato, alcune attività volte a raggiungere questi scopi, come i tornei ludici, le olimpiadi dell’integrazione, ecc..



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *